3 Cose da fare IMMEDIATAMENTE se il bambino è vittima di bullismo

Insegna loro che non sono impotenti.

Tutti i bambini subiscono bullismo.

Se non sono l'obiettivo di un bullo o di impegnarsi in comportamenti di bullismo essi stessi, saranno testimoni del bullismo e ne saranno influenzati. Come testimone, il bambino o si identificherà con l'obiettivo e sentirà vergogna, paura e vulnerabilità, o sarà tentato di cercare lo status associato al bullo dominante.

Il bullismo è stato definito come uno o più individui che infliggono fisico, verbale o abuso emotivo su un altro. Le radici del bullismo sono nel nostro desiderio universale di status sociale e la nostra tendenza a competere per lo status cercando di ottenere il dominio sui nostri pari attraverso la competizione verbale ma anche attraverso intimidazioni emotive e fisiche.

Se fossimo tigri che lottano l'uno con l'altro , penseremmo che questo comportamento fosse carino. Ma, troppo spesso, la lotta per lo status attraversa la linea verso l'abuso, causando danni permanenti al destinatario, e stabilisce anche un modello di comportamento disfunzionale per il bullo che può portare a problemi in seguito nella vita.

Cosa possono fare esattamente i genitori? Puoi certamente fare pressioni per gli sforzi antibullismo nelle scuole dei tuoi figli. Ma potrebbe rivelarsi ancora più efficace iniziare a casa con qualche istruzione sulle emozioni e sui comportamenti che i tuoi figli sperimenteranno quando non sei in giro per proteggerli.

Ecco tre modi in cui tu, come genitore, puoi combattere il bullismo a casa.

1. Comprendere, riconoscere e contrastare il comportamento di bullismo nella famiglia.

Capire le dinamiche emotive di presa in giro e bullismo, come ci fa sentire e perché è quasi inevitabile gioca una parte importante dell'intelligenza emotiva per i bambini che inizia non appena stanno parlando. Avranno bisogno di parole per descrivere il "cattivo" sentimento di vergogna che accade quando vengono presi in giro o tiranneggiati oltre il punto della loro fiducia.

Dal momento che questo è probabile che accada a casa nella lotta tra fratelli, ma anche in l'interazione tra adulti e bambini, ci sono opportunità di riconoscere ed etichettare questo sentimento. Riconoscere ed etichettare il sentimento e il comportamento che causa il sentimento è il primo passo per capire un modo efficace per rispondere, piuttosto che reagire semplicemente ai propri sentimenti, il che spesso porta all'impulso di vendicarsi.

2. Insegna ai tuoi figli le capacità di resilienza.

Comprendere i sentimenti e sviluppare le scelte su come rispondere ai sentimenti ci dà tutta la flessibilità. Senza scelte, troviamo il nostro comportamento e la nostra vita interiore dettata dalle emozioni primordiali evocate dal prendere in giro o dal bullismo.

La vergogna ci fa nascondere, arrenderci e vendicarci. Possiamo essere creativi e intraprendenti nello sviluppo di altre risposte quando capiamo cosa sta succedendo. I bambini possono essere enormemente resilienti. Più sono incoraggiati e supportati nello sviluppo di risposte creative alle sfide della vita, più resilienti possono essere.

3. Incoraggia i tuoi figli a resistere al bullismo quando ne sono testimoni.

Non è necessario sopraffare un bullo per affrontare il bullismo. Non devi essere un superuomo per essere un eroe. Scegliere di non essere un osservatore passivo è un modo per prendere posizione.

Fare amicizia con il bersaglio del bullismo è un modo di stare con il bersaglio piuttosto che stare con il bullo. Segnalare o aiutare a segnalare il bullismo è un altro modo di alzarsi in piedi. E i vari atti di lotta contro il bullismo aiutano a creare un sentimento di forza compassionevole che aiuta il bambino a sentirsi più forte nella propria immagine.

I bambini potrebbero chiedere: "E se alzarsi al bullismo ti rende un bersaglio?"

Il fatto è che temere il bullo ti rende già un bersaglio, e non c'è alcuna garanzia che nascondersi ti proteggerà. Calcolare i modi più sicuri per affrontare il bullismo è il modo migliore per evitare di diventare una vittima.

13 cose su Parenting che ti prenderanno di sorpresa

Clicca per vedere (13 immagini) Natalie Blais Collaboratore Famiglia Leggi dopo
arrow